Una Cabina di regia per rifugiati e richiedenti asilo, la proposta del gruppo PD

Martedì 29 agosto la Commissione capitolina Politiche Sociali ha esaminato la proposta dei consiglieri del Partito Democratico (primo firmatario Roberto Giachetti) sulla nascita di una cabina di regia che coordini il sistema di accoglienza romano e attui un monitoraggio delle presenze e delle destinazioni di rifugiati e richiedenti asilo. Il tutto in un’ottica di collaborazione e sinergia tra le istituzioni che rafforzi il sistema e crei le condizioni per una vera integrazione. L’obiettivo è quello di agevolare un’accoglienza a rete e diffusa sul territorio, e per questo più efficace.

Della cabina di regia insieme al Sindaco o all’assessore delegato fanno parte anche i presidenti dei Municipi, un consigliere dei gruppi di opposizione, rappresentanti della Questura, della Prefettura, della Città Metropolitana e della Regione Lazio, oltre ai rappresentanti dei Rifugiati e delle principali associazioni di volontariato.

Con la Cabina di regia il coordinamento agevolerebbe il monitoraggio e la programmazione degli interventi, anche sotto il profilo economico. Maggiore attenzione a ciò che accade sul territorio e maggiore coordinamento tra le istituzioni. Tutto questo dovrebbe facilitare  la cabina di regia. Per gli obiettivi prefissati speciale attenzione viene riservata ai minori stranieri non accompagnati.

Questi i contenuti della nostra proposta. Ma la Commissione per la maggioranza M5S è stata solo l’occasione di una sterile polemica, ripresa da diversi organi di informazione. Il botta e risposta tra me e la presidente Catini è scaturita dalla mia constatazione dell’assenza del Campidoglio nella gestione dello sgombero di via Curtatone.

Naturalmente la verità non è accettata dai consiglieri pentastellati e non lo è neppure la normale dialettica politica tra maggioranza e opposizione. Ma noi continueremo a fare il nostro lavoro per la città, contrastando comportamenti sprezzanti della democrazia e allo stesso tempo avanzando proposte concrete per aiutare Roma a risollevarsi e a farcela. Malgrado il M5S.

La Commissione non ha potuto votare la proposta perché assente l’assessora alle Politiche Sociali Baldassarre ed è stato tutto rimandato a una prossima riunione. Il testo ha avuto però il parere favorevole degli uffici di Roma Capitale e della Ragionera capitolina.

Cabina di regia Messaggero 30 agosto

 

Per chi volesse approfondire le due proposte ecco qui i testi delle delibere proposte dal Partito Democratico: