Mobilità, bye bye progetti per incapacità M5S

Bye bye funivia. Bye bye people mover da piazzale Jonio. Due progetti sui quali la maggioranza M5S si era particolarmente spesa e la cui cancellazione mette ora a dura prova la tenuta di Partecipate importanti, a cominciare da Roma Metropolitane. Le nuove normative sui bilanci impongono agli enti locali di finanziare solo ciò che si riesce a spendere. Così dall’assestamento di metà anno sparisce tutto ciò che l’Amministrazione Raggi non riesce più a concretizzare entro il 2018.

Un bilancio impietoso che dimostra come gli annunci siano una cosa, la realtà un’altra. La manovra di assestamento del bilancio che dovrà essere approvata dall’Assemblea Capitolina entro luglio mette Roma davanti a un’amara verità. Tutto questo accadeva mentre la Sindaca pensava a registrare un video in cui con la manina faceva bye bye ai vitalizi – che sono poi solo un ricalcolo perché di fatto sono stati già aboliti dal 2012 – e Roma invece diceva addio a finanziamenti importanti, a loro detta, per opere che ora rimangono sulla carta.

bye bye

Oltre a far saltare progetti per la città l’incapacità amministrativa dei vertici politici del M5S a Roma sta minando la tenuta di importanti società Partecipate del Campidoglio, che a quei progetti affidavano il loro futuro. Ed è la stessa maggioranza che ha preso atto di questi fallimenti, cancellando per quest’anno i progetti. Vengono così allo scoperto l’incapacità e l’improvvisazione nascoste finora da una potente macchina propagandistica. Ed è un risveglio davvero duro per la città.